Stampa

Decidere la pressione di gonfiaggio

Mantieni la corretta pressione di gonfiaggio!

Gonfiati alla pressione corretta, gli pneumatici offrono una maggiore sicurezza, una più alta resa chilometrica e un consumo di carburante ottimale.

Verifica la pressione di gonfiaggio quando gli pneumatici sono freddi (da almeno due ore o dopo aver percorso meno di 3 km a velocità ridotta). Se gli pneumatici sono caldi al momento della verifica (guida nel corso delle ultime due ore o dopo aver percorso già alcuni chilometri a bassa velocità), si consiglia di aggiungere 0,3 bar di pressione a quella raccomandata dal costruttore.

Inoltre, non sgonfiare mai uno pneumatico caldo. Per migliorare la sicurezza, risparmiare denaro e aumentare la vita degli pneumatici, controlla regolarmente la pressione!

Se si prende l'autostrada o se si portano carichi pesanti, non dimenticate di regolare la pressione in base alle raccomandazioni del costruttore (manuale di utilizzo, etichetta di pressione).

La verifica delle pressioni degli pneumatici deve essere eseguita almeno una volta al mese o prima di un viaggio lungo.

Non dimenticare di verificare la ruota di scorta!

Per evitare il rischio di guidare con pneumatici sgonfi, rilevare gli eventuali problemi prima che sia troppo tardi. La pressione di gonfiaggio da rispettare imperativamente è quella indicata dal costruttore del veicolo. Questa è individuabile sul libretto di uso e manutenzione del veicolo e/o sul veicolo stesso (portiere, tappo della benzina, telaio...).

Il gonfiaggio con azoto non dispensa l'automobilista dal controllo frequente della pressione degli pneumatici.